Crea sito

PERCORSO DI FORMAZIONE E RICERCA: DESCRIZIONE

a. analisi e lettura dei bisogni formativi
Dalle indagini conoscitive condotte tra i docenti degli istituti interessati (questionari e focus group) sono emersi i seguenti bisogni formativi:
• approfondire i contenuti delle Indicazioni Nazionali, con particolare riferimento alla didatti-ca per competenze e alla realizzazione di un curricolo in verticale dai 3 ai 14 anni di geo- storia;
• mettere a punto pratiche di gestione della classe rispondenti ai vari stili cognitivi ed ai di-versi bisogni educativi, nonché capaci di suscitare un apprendimento significativo;
• analizzare criticamente le pratiche d’aula messe in atto quotidianamente per individuarne gli aspetti problematici e per comprendere come riformularle in vista dei traguardi di competenza previsti dalle Indicazioni Nazionali;
• realizzare spazi comuni/opportunità di confronto tra insegnanti dei diversi ordini di scuola sulle strategie didattiche e sulla costruzione di un curricolo in verticale;
• acquisire strumenti metodologici scientificamente validati per favorire una costante rifles-sione sulle pratiche didattiche e un continuo miglioramento delle stesse;
• potenziare gli operatori cognitivi di base della geo-storia (spazio, tempo e transcalarità) necessari per lo sviluppo di competenze di tipo orientativo rispetto al vissuto degli alun-ni;
• contestualizzare l’apprendimento valorizzando la caratterizzazione storico-geografica dell’ambiente di vita degli alunni;b. tipologia (incontri seminariali, lavori di gruppo, attività laboratoriali, eventuali lavori on-line,  studio personale e di approfondimento, …)

Il percorso proposto è di carattere annuale con possibile sviluppo pluriennale.

Per l’ a.s. corrente si prevedono le fasi seguenti:

1) Fase dell’Informazione/ formazione/ aggiornamento: Informazione aperta a tutti i do-centi degli Istituti della Rete RAIN e a quelli delle scuole presenti sul territorio attraverso 3 incontri seminariali, tenuti dagli esperti ricercatori del Comitato tecnico-scientifico dell’Università degli Studi di Macerata. Si prevede la possibilità di trasmissione degli inter-venti in video- conferenza presso gli Istituti interessati, per fornire un quadro informativo- interpretativo sui seguenti temi:
• La didattica per competenze nelle Indicazioni Nazionali;
• La valutazione delle competenze;
• La costruzione di un curricolo in verticale nell’ambito geo-storico.

2) Fase della Formazione-Ricerca: i docenti del gruppo di progetto, guidati dai ricercatori universitari del Comitato tecnico-scientifico, attueranno un percorso di ricerca- azione at-traverso laboratori d’aula. Questa fase prevede attività in presenza che si sviluppano in parallelo con l’interazione in un ambiente on line fornito dall’Università di Macerata.
Nello specifico, questa fase risulta così articolata:
 
- condivisione ed approfondimento del concetto di “costruzione delle competenze” attra-verso lavori di gruppo affiancati dai ricercatori;

- studio individuale dei materiali presentati negli incontri frontali e inseriti nella piattaforma;

- analisi plurale delle pratiche: laboratorio di osservazione guidato dai ricercatori, esplici-tazione e riflessione critica su percorsi didattici progettati e su attività precedentemente realizzate in aula e documentate in vari modi (registrazioni audio/video, narrazioni, report, schede …) nell’ambito della Geo-storia;

- lavori di gruppo finalizzati all’individuazione di pratiche didattiche  che favoriscano la co-struzione di competenze di Geo- storia (es. attività laboratoriali basate su compiti autenti-ci, esperienze condotte sul territorio, simulazioni di vita reale, ecc.) ed elaborazione di li-nee guida utili alla progettazione per lo sviluppo delle competenze stesse;

- ri-progettazione e co-progettazione in piccoli gruppi, a partire dalle linee guida elaborate, di percorsi didattici di Geo-storia finalizzati allo sviluppo di competenze di base, trasversa-li e in chiave di cittadinanza, con successiva sperimentazione in classe;

- documentazione del lavoro realizzato;

- discussione in gruppo e su piattaforma on-line (modalità sincrona e asincrona) relativa-mente ai percorsi attuati e documentati;

- rivisitazione e riformulazione, alla luce delle esperienze attuate,delle linee guida prece-dentemente individuate;

 - realizzazione di un ambiente on line (piattaforma: LMS OLAT):
• fornito dall’università in base ad accordo appositamente stipulato per la ricerca
• gestito autonomamente dai singoli istituti (iscrizione di tutti i docenti all’ambiente) e strutturato nelle seguenti  aree:
o parte comune (video degli incontri, repository di materiali per l’informazione, spazi per gli avvisi);
o aree destinate ai vari istituti nelle quali depositare i lavori in corso;
o spazi di discussione on line e di  confronto con l’esperto e/o formato-re/ricercatore;
• finalizzato alla consultazione dei materiali di lavoro progressivamente inseriti da parte di tutti i docenti degli istituti interessati.

3) Fase della disseminazione
 Diffusione dei risultati conseguiti attraverso:
• Rendicontazione relativamente allo sviluppo del progetto in sede di Collegio dei Docenti di ogni Istituto della Rete R.A.I.N.;
• Incontri per gruppi o dipartimenti interni alla scuola;
• Convegno finale realizzato grazie al contributo di sponsor presso il Teatro Lauro Rossi di Macerata con la presentazione degli esiti del progetto di ricerca- azione.
• Costruzione di un sito dedicato alla pubblicazione dei materiali prodotti dalla Rete R.A.I.N.